Mamme Coraggio

COME ESTINGUERE I PEDOFILI

Posted on: 24 giugno 2010

In questi giorni, sul filo di fsb, corrono veloci i commenti e lo sgomento per la scandalosa pubblicità alla giornata dell’orgoglio pedofilo.

Orgoglio pedofilo è ertamente quanto di più indecente ho letto negli ultimi tempi.

Ebbene, è ora che si aprano gli occhi su una problematica che ancora fatica ad essere accettata: la pedofilia esiste ed i pedofili vorrebbero avere campo libero di azione in scuole, centri per bambini e quant’ altro.

E’ ora di smetterla di dire:

-Ma Flo, non esageriamo, un piccolo gruppetto, un numero infimo e circostanziato, frutto di un mondo che vive ai margini della società…stiamocene lontani!-

E’ ora di smetterla di giustificare sempre con commenti superficiali e che non hanno alcuno spessore e dignità di pensiero.

Con buona pace di molti politici che, chissà perché, difendono a spada tratta personaggi accusati di pedofilia, lanciando strali contro le vittime ed i loro familiari, o che si permettono di apporre le loro firme su emendamenti che lasciano perplessi e sconcertati, al punto che uno si domanda:

-Ma ci è o ci fa?-

Sicuramente qualcuno ci è e, sicuramente, qualcuno ci fa!

Uniti diventano una miscela fetosa che rischia di far collassare le ragioni della giustizia italiana su queste tematiche.

Dunque, il pedofilo esiste, sa ben nascondersi e molto spesso non viene dai luoghi più degradati a livello sociale e culturale…

Anche da quei posti, in cui si vive tra mille problematiche, carenza di tutto anche di cervello, di di ragione, di cultura, di valori, sì, anche da quei posti emerge il pedofilo, ma purtroppo non solo da lì.

Tra le famiglie più agiate, più in vista, più acculturate e con interessi che spaziano in ogni dove ed in ogni quando, pure lì ci sono i pedofili.

Pure tra l’incenso benedetto, pure nei luoghi in cui le persone cercano il vero senso dell’esistere…

Pure tra i santoni indiani che imperversano nei paesi, nascosti dietro un alone di santità.

Ovunque…

Pure nella classe borghese media…tra impiegati, ministeriali ed altro.

-Che esagerata Flo!-

Non sto dicendo che tra noi incontriamo pedofili come mosche in estate, ma che dobbiamo renderci conto che la pedofilia esiste ad ampio raggio.

Sto dicendo che, siamo così certi che la pedofilia sia un orrore , che non riusciamo neanche a concepirne un’immagine  vagando con la nostra mente, che si ferma schifata, e così non accettiamo di immaginare  che altri possano avere istinti così malsani e disumani.

Altri…che possono essere vicino a noi…

Ecco perché appena si sentono in televisione o sui quotidiani, sempre più spesso, storie di pedofilia, subito ci si pone dalla parte del colpevole; un maestro,  uno psichiatra, un prete, un avvocato, un giudice, un notaio, un ingegnere, mi scuso con le categorie scelte, ma ho in mente dei personaggetti….

Il colpevole spesso è un uomo con garanzie morali e culturali che non lascerebbero adito a dubbi.

Le vittime sono i bambini, cosa volete che sappiano i bambini, cosa volete che dicano di vero, se la loro testa è imbottita di fantasia…

Da una parte i colpevoli che sanno difendersi, con la loro facciata di credibilità, dall’altra le vittime che vengono sistematicamente distrutte con l’ombra della loro poca credibilità.

Per fortuna qualche volta la verità esce a galla feroce e violenta lasciando tutti sgomenti: i bambini avevano ragione, la violenza l’hanno subita!

Scandalo, sconcerto, non può essere, va bè, hai visto che famiglia…che degrado…e giù a cercare giustificazioni per riuscire a catalogare  l’orrore in maniera tale da poterlo dimenticare senza sentirsi in colpa…ed in maniera tale da poter continuare a dire: qualche volta succede…

No, succede sempre più spesso, al punto che i pedofili si permettono di dire: ci siamo, siamo la gioia del mondo, dei bambini ed altre schifezze varie…si permettono di essere orgogliosi del loro stato e di provare ad uscire allo scoperto, con gesti assurdi come quelli della candela,  per provocare, solo per provocare e far conoscere la loro voglia insana di far del male…

Intanto, quanti minori hanno dovuto subire e subiscono incidenti probatori che, nelle mani di alcuni esperti, sempre gli stessi purtroppo e che si riferiscono a gruppi di pensiero ben precisi, vengono  fatti a pezzi, smontati, rimontati, diagnosticati e contraddetti punto per punto, parola per parola, con nessi che spesso risultano sconnessi.

Intanto, a quanti minori, alla luce di quanto sopra, viene rifiutato un processo per verificare le loro accuse.

Quanti minori sono costretti ad incontrare per forza il loro violentatore, perchè non sono stati creduti…

Andando oltre, quanti bambini, vivono il dramma della violazione personale senza potersi difendere…

Perché questi piccoli, pur essendo delle personcine deliziose, vanno cresciuti, accuditi, educati, dipendono in tutto e per tutto dagli adulti.

E allora come difenderli?

Aprendo gli occhi innanzitutto…

Perchè se il problema viene posto in evidenza e gli viene dato il giusto valore, allora la razza immonda dei pedofili si può pure estinguere…

Insomma, si estinguono delle razze meravigliose di animali e noi non possiamo far estingure i pedofili?

Dobbiamo…

Intanto i bambini vanno educati a raccontare ogni cosa, ogni loro esperienza, senza apprensione sicuramente, ma questo è importante.

Ogni gesto che il bambino compie , ha un suo valore, un suo significato…se non vuole stare con una determinata persona, sia essa un familiare od un amico o un educatore, se non lo vedete  a suo agio, se ha degli atteggiamenti che non gli sono abituali, bisogna cercarne il perché…

Osservare, ascoltare, cercare di capire, ragionare…

Tante volte i capricci dei bambini sono presi dagli adulti come dei segnali di scoccianti e da tacitare.

E’ necessario invece approfondire, stabilire ragioni, anche se ci vuole del tempo…

I bambini non sono un botta e risposta, almeno non sempre, e raccontano i fatti con un linguaggio che non è il nostro.

Per estinguere il pedofilo, bisogna dare voce al bambino.

Gli ultimi fatti di cronaca, legati ad alcune educatrici dell’asilo che trattavano con violenza gli infanti, ci hanno dato una lettura alquanto interessante al riguardo.

Le mamme dei bambini che hanno subito azioni violente, hanno raccontato che, al momento dell’andare all’asilo, i loro piccoli diventavano nervosi e piangevano. Hanno raccontato tanto altro, ma non mi dilungo perché avrete certamente letto.

Ora, molte volte gli adulti giustificano questi capricci trovando altre soluzioni, e  queste possono anche essere vere, ma non sempre.

I bambini violati rivelano degli atteggiamenti, dei segnali inequivocabili, sia partendo da una gestualità legata alla sessualità che non dovrebbero conoscere, vista l’età, sia da comportamenti di chiusura, di paura, da pianti dirotti senza alcun evidente motivo….

Esiste tutta una casistica di segnali che sono stati codificati da alcuni psicologi interessati a questa problematica…

Ma importante è sempre confrontarsi col bambino, non solo riempirlo di tante cose che forse non gli servono e che limitano anche la sua fantasia e la sua ricerca personale.

Ascoltiamo i bambini, ognuno troverà la maniera più consona per entrare in un rapporto di fiducia con il suo piccolo.

Tutto questo servirà a difenderlo, ad insegnargli pian piano che ci sono persone di cui ci si può fidare e persone da cui tenersi alla larga.

Tutto questo non implica la chiusura del bambino e della famiglia rispetto al resto del mondo.

Anzi…

Non bisogna avere paura dell’altro, il bambino deve essere educato a relazionarsi, ad aprirsi, a vivere senza paura tutto ciò che di bello la vita propone ogni giorno, anche a partire dalle persone che si inseriscono nel suo cammino.

Ma bisogna anche insegnargli che esiste il lupo cattivo e che non si deve addentrare nel bosco da solo….

Se riusciamo ad uscire dal nostro borghesismo, se riusciamo a renderci conto che la realtà ha diverse sfumature, alcune tendenti al nero totale, ecco allora abbiamo buone possibilità di estirpare l’ignobile razza dei pedofili.

E vi assicuro che non mancheranno proprio a nessuno.

Tremate razza di pedofili!

FLO

Advertisements

26 Risposte to "COME ESTINGUERE I PEDOFILI"

Se avessero contro il mondo intero, compresi i vari governi, diventerebbero davvero una razza in estinzione.
Ha ragione, Flo: ascoltiamo la voce dei bambini… e insegnamo loro a PARLARE.
E indignamoci.

Reagire a questa problematica, che rappresenta una delle peggiori derive della società contemporanea, dovute alla mancanza di valori, é d’obbligo. mobilitiamoci sul piano della denuncia e sul piano della prevenzione: affiniamo i nostri “sensori”, ascoltimo e facciamo parlare di più i bambini.

Bell’articolo.Soprattutto, combattiamo contro la cultura dei “falsi abusi” che vuole azzittire i bambini e screditarli tacciandoli per bugiardi e manipolati (…chissà come mai, sempre dalla mamma).

Tempo fà ho scoperto che uno dei miei più cari amici è un pedofilo. Mi sono sentito male lì per lì, ma poi mi son detto che non era possibile: lui, proprio lui! Quante risate insieme davanti a quelle bottiglie di vino, quanti sogni di ragazzi…
Lui, laureato in Lettere col massimo dei voti, dottorato in Storia Antica, sposato e divorziato (x altri motivi) da una docente di una Facoltà di Psicologia italiana!
Lui, il mio amico scrittore! Il poeta maledetto (così si definiva…e sul maledetto non aveva tutti i torti)!
Lui che lavorava con i bambini ed i disabili, lui che si dilettava a fare il regista teatrale!
LUI NON PUO’ ESSERE. Gli ho voluto un gran bene, mi fidavo di lui, ciecamente.
Quando la sua nuova compagna lo colse sul fatto stupidamente preferii credere che lo denunciò per sbaglio, o ripicca, e lo difesi pure io!!…
Ma purtroppo dopo due anni scopro che è tutto vero: lui è un pedofilo, tutti lo sanno ormai…ma è in libertà e la sua famiglia lo copre, ed io sono disgustato da tutto ciò…
Una volta in stato di ebbrezza aveva confidato ad un amico comune “…mi piacciono i bambini…non so se hai capito in che senso…”, un altro invece vide casualmente immagini spinte scattate da lui con bambini e salvate sulla sua macchinetta.Ma l’affetto ti rende cieco e non ti fa capire: ti confonde.
E nessuno ha avuto il coraggio di testimoniare, tutti scappano omertosi. Io non so che dire…oltre al fatto che ERA UNO QUALUNQUE, anzi: uno che sapeva farsi voler bene.

Ora è risposato e ha due figli, la moglie lo difende con le unghie ho saputo. E’ stata archiviata la denuncia dell’ex e lui vive indisturbato con due bambini.
Pedofili tremate? SONO ABILI AMMALIATORI CON TUTTI, CON GLI AMICI COME CON I GIUDICI, tutti si aspettano l’orco cattivo e terribile, ma invece sanno essere anche docili agnellini all’occorrenza, o dotti e affascinanti seduttori. Io sono stato ingannato dal suo buonsenso, dal suo perbenismo e l’ho difeso e aiutato a lungo: ora che però so molto di più di quanto posso dire mi vergogno di essere stato così fesso.
Credo sia come dici tu: se la cavano sempre, e le ultime proposte politiche leveranno a tutti ogni speranza d’incastrarli…

Non c’è amico di fronte al rispetto della vita dei bambini.

grazie, quello che dici è una testimonianza importante…questi orchi ingannano tutti…

Brava Flo non abbassiamo mai la guardia, ed impariamo a dar voce ai nostri bambini, come dici tu insegnandogli a parlare, raccontare, esprimersi e soprattutto, anche se a volte la paura ci attanaglia……..crediamogli. Solo così potremo riuscire a sconfiggere la razza dei pedofili.

Hai ragione Flo, ma teniamo presente che la pedofilia è anche nella politica….Ecco perchè i governi non prendono posizioni nette.

Oltre alla pedofilia c’è il terrorismo informatico, che vuole la libertà di postare quello che si vuole nella rete( perciò deduco anche video o immagini pedoporno). E’ una lotta veramente dura, ma non possiamo mollare. Buona notte e un abbraccio. Ciaoooo!!!

In camera ho attaccata la bandiera della Pace (quella tutta colorata), poi ho le foto dei miei miti: Gandhi e Giovanni Paolo II. Sono cristiana: credo in Dio, nell’amore, nella pace e nel perdono.
Questa sono io, questo è il mio cuore ma…
c’è solo una cosa che manda all’aria tutti i miei sani principi:
chi abusa dei bambini!!.

Con i pedofili io NON AMMETTO PERDONO,
con i pedofili non ammetto pace,
con i pedofili non ammetto amore e comprensione, non ammetto preghiere:
il pedofilo non è un pazzo e questo mi disgusta non poco.
Il pedofilo è la categoria più misera di essere umano: violare i bambini è essere privi di sentimenti (altro che amore: schifosi e basta), è essere egoisti e narcisisti al punto di giocare alla seduzione con tenere creature perchè fisicamente (o psicologicamente) impotenti con le donne. Essere pedofilo non è un orgoglio da sbandierare: è un male da guarire e, se si vuole si può: un cervello ce l’hanno e allora lo usassero invece di giustificarsi con teorie da loro stessi fabbricate.
LA PEDOFILIA E’ LA FORMA PIU’ESTREMA DI CATTIVERIA A CUI L’UOMO POSSA ARRIVARE.
LAPIDAZIONE: in primo luogo questo vorrei per ogni pedofilo.

mi piace tanto la foto di Giovanni Paolo II. Condivido.

Per Franco@

……………………………….E nessuno ha avuto il coraggio di testimoniare, tutti scappano omertosi. Io non so che dire…oltre al fatto che ERA UNO QUALUNQUE, anzi: uno che sapeva farsi voler bene.,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

Comincio da questa frase,.
Vede Signor Franco, non voglio puntarle il dito addosso, ma LEI ! sapeva, LEI ! aveva sentito dalla voce del suo amico che a lui piacevano i bambini, vi raccontava una amara verità tra bottiglie di vino e risate fasulle.
Come mai Lei per primo, non l’hà denunciato ?
Eppure sapeva, non mi dica che è stato un’altro amico a riferirlo, sapeva con certezza che custodiva foto oscene e spinte di bambini innocenti.
Ma mi faccia il piacere, scrive inoltre<<l’affetto ti rende cieco e non ti fa capire: ti confonde.
Balle!!!
l'affetto per un amico non giustifica tale comportamento, si è MAI chiesto, forse il mio amico hà bisogno di essere curato ?
Ora prova dispiacere per quello che è successo , grazie tante , ora è troppo tardi, la moglie lo difende, gli amici lo difendono, lei stesso a suo tempo lo hà difeso, e chi si è curato di difendere i bambini?
Mi spiace ma penso che Lei sia maggiomente colpevole del suo amico, tacendo e nascondendosi dietro ad un sentimento di affetto amichevole, hà permesso a questo essere immondo di abusare ancora ………….. una volta , dieci o cento volte delle creature innocenti.
Rifletta
PS, chi copre con il silenzio i pedofili, sono COLPEVOLI nella stessa identica misura.

perchè noi abbiamo gli occhi aperti…molti non possono credere..sono ingannati…ma si paola è terribile…terribile…e le vittime non hanno forza perchè vengono lasciate sole…

Cara Paola,
se fosse vero ciò che hai inteso tu condividerei in pieno tutta la tua GIUSTA rabbia nei miei confronti. Ma purtroppo forse non mi sono spiegato bene: io l’ho stupidamente difeso quando sapevo soltanto (e per grandi linee) che la compagna lo aveva accusato di “cose infamanti per vendetta”, così mi disse lui, e così ho scoperto si giustificano tutti i pedofoli soprattutto incestuosi, e cioè i peggiori.
Lì ho voluto credergli perchè mi fidavo di lui e non conoscevo lei: lui mi disse che era matta. Poi però, quando ho saputo le altre cose dai miei amici, anzi ex-amici, ho rotto con tutti: anche con loro che, nonostante gli hanno tolto il saluto però si sono vigliaccamente astenuti da testimoniare contro di lui ciò che sapevano ma che avevano creduto alle sue bugie difensive. Io sono stato in questura a dire ciò che mi hanno detto loro ma le cose riportate non valgono come prova: loro sono quindi stati chiamati ma hanno sminuito e confuso le cose per paura di ritorzioni varie. Per idiozia aggiungerei.
Hai perfettamente ragione nel dire che chi copre col silenzio i pedofili è ugualmente colpevole!! Io appena ho capito ho parlato: sono però colpevole di aver capito tardi, di aver creduto più a quello che potevo vedere io (e cioè niente di strano) che a quello che diceva un’estranea. I bambini nessuno li ha ascoltati.
Sappi Paola, e non lo dico per giustificarmi ma per avvisare TUTTI GLI SCETTICI INNANZI ALLE DENUNCE PER PEDOFILIA, che sono veramente persone ingannevoli credimi!! Si vestono da persone migliori delle altre per mascherare lo sporco che hanno dentro: sono davvero insospettabili, per questo ho scritto anche le cose belle di lui, non per lodarlo ma per far capire fino a che punto l’inganno di questa gente possa arrivare!.
Io sono ferito e disgustato e aspetto solo il momento giusto per fare quello che ogni uomo con un minimo di dignità dovrebbe fare. Ma questo non si può scrivere.
Tardi sì ma l’ho capito: c’è troppa gente che invece gli sta intorno e lo coccola come se fosse lui una vittima, i suoi colleghi, i suoi familiari. Molti amici per fortuna lo hanno isolato.

Mi fa comunque piacere sentire la tua rabbia: se la provassero tutti forse riusciremo a fare giustizia ai bambini vittime di questi orrori, ma invece con questa storiaccia ho conosciuto il marcio che c’è dietro l’apparenza e non solo la sua: anche dei media, della politica, della giustizia. Lasciano tutti dilagare l’inquietante “cultura” del falso abuso e lasciano così in libertà migliaia di esseri indegni. Grazie Paola, hai ragione.

Grazie Franco, ora capisco la tua buona fede, Ce ne vorrebbero di uomini con il tuo coraggio per raccontare cose cosi pesanti, non ti sei tirato indietro nell’ammettere che ti eri sbagliato sul suo conto.
Ti ammiro, la mia era una critica molto forte, sappi che anni orsono uno sbandato amico del mio ex marito , hà tentato di far violenza ad una bambina di soli 6 anni ( mia figlia), si è MASTURBATO davnti alei, anzi la teneva in braccio.
Tornata a casa ,mia figlia mi aveva raccontato il fatto ,aveva il visino mesto e gli occhi lucidi, mi disse
<< Mamma se ti racconto una cosa brutta, tu mi sgridi ? )
Mi racconta l'accaduto nei minimi particolari, una bimba di appena 6 anni, non sà com'è il pene, non sà cosa sia lo sperma che esce,non sà cosa sia la masturbazione, i bambini sono innocenti, ma sanno spiegatsi molto bene , basta saperli ascoltare e CREDERE
Alchè presi e mi recai da quel bastardo, chiesi se aveva tenuto in braccio la mia bambina, alla sua risposta affermativa, lo riempii di calci e schiaffoni, poi sono finita all'Ospedale, poichè i miei nervi cedettero dalla tensione.
Il giorno successivo, sono andata in Questura a sporgere denuncia, il Darra, cosi si chiama il bastardo perse il lavoro,lavorava per la SETAF una compagnia Americana la sua baracca di stracci fù demolita e arrestato immediatamente.
Se ripenso all'accaduto gliene darei ancor di più di calci nel sedere e non solo.

grazie paola la tua crudezza nel traccontare i fatti serve eccome…

io sto insegnando alle mie figlie ad aver fiducia in me,a raccontarmi tutti e riempire di calci e pugni nn è niente,bisognerebbe prenderli e arrestarli,ma nn la semplice galera,sarebbe troppo facile,NO metterli con gli altri detenuti,nel carcere ci sn delle regole e la prima è NON TOCCARE DONNE E BAMBINI(ho un padre agente di custodia)e secondo dovrebbero fare delle carceri tematiche cioè quello che hanno fatto a quei poveri bambini,dovrebbero subirlo loro 24 ore al giorno x tutta la durata della pena,vedi come gli passa la voglia poi……..Io fino a qualche anno fa ero credente,andavo in chiesa ecc,ma adesso non è che nn credo in Dio,nn riesco a pensare che un prete che dovrebbe essere una xsona di fiducia,a cui raccontare segreti anche i più terribili,possa un giorno stuprare le mie figlie,ma questo è solo un piccolo punto,pedofili ce ne sn di tutti i tipi,anche xsone inimaginabili.Sono sempre più sconvolta,e nn riesco a capire come si possa far del male e rubare l infanzia a dei bambini,anche piccolissimi,anche dell età delle mie figlie,ovvero 3 e 4 anni.Io sn sempre stata una xsona buona,che nn discrimina nessuno,che è sempre stata a contatto cn storie orribili,dato il lavoro di mio padre,xò questo nn mi è stato mai raccontato,nn mi è stato mai detto che si potesse far male ai bambini,io nn ci ero mai nemmeno arrivata col pensiero e invece esiste e nn ci si può nascondere dietro un dito dicendo no tanto a me nn succede,è sbagliatissimo,può succedere a chiunque purtroppo

grazie grazia, ti prego aiutaci a diffondere queste informazioni che tu hai ben colto, pubblicizza l’articolo per aprire gli occhi, parlane alle mamme che conosci.
Grazie tante, Flo

Carissima Paola,
il tuo racconto mi ha fatto rabbrividire, continuo ad avere il volta stomaco a pensare come si possano fare certe cose! Mi piace la tua forza ed il tuo coraggio: sarebbe importante che tutte le madri fossero così, non bisogna guardare in faccia a nessuno quando si difendono i prori figli da certe violenze. Picchiare il viscido è la cosa più VERA da fare, denunciarlo la più GIUSTA!! Tante persone invece fuggono, a volte ho sentito dire pure di madri che non hanno coraggio di denunciare il marito per paura: non bisogna aver paura di fare la cosa giusta, anche se oggi giorno prima di farlo è meglio prima tutelarsi in qualche modo da controaccuse, e soprattutto fornirsi di prove importanti prima di andare al commissariato.
Sono contento che tua figlia abbia ottenuto giustizia: questo l’aiuterà a recuperare il trauma subito, così come al contrario, sapere cioè che questi vermi sono ancora in giro nuoce ulteriormente al bimbo vittima.
Come sta tua figlia? Spero che oltre ad una buona madre che l’ha protetta con grinta e coraggio (e questo per i piccoli è fondamentale) intorno abbia anche figure maschili buone che non le facciano perdere la fiducia su tutti gli uomini: questi esseri infami sono molti stando a quanto ho di recente scoperto, ma per fortuna siamo 100 volte di più noi uomini normali pronti a sputargli in faccia. Scusate le espressioni ma non riesco a tenerle quanto sento certe cose. Un saluto davvero caro.

io sn stufa di sentir dire che chi abusa dei bambini e xchè è stato abusato e a sua volta fa lo stesso nn è sempre vero…mio marito ha subito violenze da piccolo ma di certo nn va in giro a violentare bambini…chi abusa di un bambino è xchè gli piace,xchè gli piace deturpare la vita di un bambino,gli piace togliere la voglia di vivere,gli piace PUNTO…questa nn è una malattia,malattie ne sn altre,tumori,aneurismi,incidenti che ti lasciano il segno, ma una è xversione..questa cosa fa schifo…ognuno di noi ha delle fantasie,chi nn ne ha?ma questa xversione no nn si può capire,non esiste,un conto sn le fantasie che nn nuociono a nessuno un conto è far del male a un bambino che nn può difendersi,e cmq anche se fosse che hanno subito violenza da piccoli in giro avremo molti più delinquenti di adesso…io odio tutto quello che fa del male..nn riesco a concepire come un capo di stato possa autorizzare una manifestazione che dice ORGOGLIO AI PEDOFILI….il xchè i loro figli nn sn stati mai violentati,vorrei vedere se un solo capo di stato avesse avuto un caso in famiglia se approverebbe uno scempio del genere… come le guerre,che fanno arruolare uomini che nn c entrano nulla,ma che si uccidessero fra di loro,xchè mandare uomini e donne in guerra,xchè nn ci mandano i loro figli?tutte queste cose si collegano sempre e nessuno dice niente,se affronti l arogomento cn qualcuno ti guardano come un pazzo,cn la faccia di quello CHE STAI DICENDO????’invece no bisogna parlarne,bisogna far sapere,i tg ne parlano una volta ma poi pufff finisce tutti,ma sanno quanti bambino ogni giorno subiscono violenza???dovrebbero essere xseguitati,come hanno fatto cn gli ebrei,ma quella nn era una buona causa,questa si,poi dicono che io sn troppo dura ma nn è così,io parlo da mamma,proteggo i miei figli da questo schifo,questi individui senza una morale dovrebbero essere messi in un campo di concentramento uccisi cn il gas.

“Si vestono da persone migliori delle altre per mascherare lo sporco che hanno dentro: sono davvero insospettabili”
Copio e incollo dal post di Franco.VERISSIMO.
E vale anche per alcuni padri che magari non arrivano all’abuso sessuale ma esercitano violenza psicologica sulla madre, usando i figli.
Questo post dovrebbe essere girato a tutti gli operatori sociali, psicologi di centri di mediazione, ctu E GIUDICI.
E’ vero queste persone passano spesso per persone più che rispettabili, moderate, equilibrate, dolci, gentili e rispettose.
Ma a degli psicologi con le palle non dovrebbe poter sfuggire la verità. Non accetto che professionisti rispettati si facciano ingannare da SEPOLCRI IMBIANCATI, come li chiamava Gesù.
I pedofili sono malati, ma sono malati che possono rovinare la vita di innocenti per sempre e delle loro famiglie.
E bisogna loro impedire di nuocere, AD OGNI COSTO.

i pedofili sono lucidi, per questo non si riescono a stanare…

intendi capaci di intendere e di volere?
Non lo so, non sono una professionista, ma possibile che non sia possibile ricostruire una sorta di identikit, o per lo meno individuare dei segnali che possano destare seri sospetti? e mettere in allarme chi di dovere. So che esistono studi di questo genere fondate sulle reazioni dei minori.
Ma forse sarebbe meglio studiare bene chi certi crimini li pone in essere.

esistono, ma sono di difficile interpretazione quando arrivano al vagklio dei perii: si dice tutto ed il contrario di tutto, tranne i casi lampanti…
si, iniziano studi sulla figura del pedofilo….è dura…

Lisa maria:
conosco purtroppo bene l’argomento perchè mi è violentemente entrato in casa, e ti rispondo.
Non esiste un identikit del pedofilo: purtroppo lo sono le persone più svariate. Ci sono quelli violenti (nei casi d’incesto sono spesso padri-padroni) che picchiano, violentano e minacciano figli o altri bambini.
Poi ci sono i più difficili da scovare, i più devastanti per la psiche dei bambini: i seduttori.
Io ho conosciuto questo.
I seduttori (così loro si sentono) sono quelli così teneri ed amorevoli con i bambini, i peggiori insospettabili perchè ti ispirano tanta fiducia (è la loro arte). Spesso sono anche padri: i peggiori!
Poi ci sono quelli che sembrano al contrario proprio indifferenti ai bambini, hanno donne, spesso lavori importanti e magari sono anche uomini belli, e dei bravissimi moralisti! Eppure come se niente fosse sono talmente perversi che con tanta naturalezza usano i bambini come oggetti: un pò come delle bambole gonfiabili con cui sfogarsi.
Ecc.

Come fare a capirlo?
Ho imparato una cosa: di sicuro ELIMINARE dal contatto con i propri figli tutti quegli uomini che “amorevolmente” ci giocano troppo per poi cercare un isolamento sicuri della vostra fiducia conquistata (es. : “Io e Fabietto andiamo a fare una passeggiata perchè gli ho promesso un gelato”).
Diffidare di troppe attenzioni, troppe smancerie, troppi regali e soprattutto troppo tempo dedicato ai vostri figli: il troppo nasconde quasi sempre l’inganno.

In ogni caso teniamoli sempre d’occhio e soprattutto spiegamogli il problema: sembra crudo ma è giusto che lo sappiano, come devono sapere che non si attraversa da soli la strada.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

giugno: 2010
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: